Volume 4

Edizione Giuntina
    li deviò dalla via buona, la quale all'eternità conduce coloro che più
    per bene operare che per gara combattono. Fu dunque questa cosa
    cagione che a' buoni principii che avevano costoro non diedero quel-
    lo ottimo fine che s'aspettava, con ciò sia che il prosumersi d'essere
5   maestri li fece troppo discostarsi dal buono.
    Era Bartolomeo da Bagnacavallo venuto a Roma ne' tempi di
    Raffaello, per aggiugnere con l'opere dove con l'animo gli pareva
    arrivare di perfezzione; e come giovane ch'aveva fama in Bologna
    per l'aspettazione di lui, fu messo a fare un lavoro nella chiesa della
10   Pace di Roma, nella cappella prima a man destra entrando in chiesa,
    sopra la cappella di Baldassar Perucci sanese. Ma non gli parendo riu-
    scire quel tanto che di sé aveva promesso, se ne tornò a Bologna;
    dove egli et i sopradetti fecero a concorrenza l'un dell'altro, in San
    Petronio, ciascuno una storia della vita di Cristo e della Madre alla
15   capella della Madonna, alla porta della facciata dinanzi a man destra
    entrando in chiesa, fra le quali poca differenza di perfezzione si
    vede dall'una all'altra. Per che Bartolomeo acquistò in tal cosa fama
    di avere la maniera più dolce e più sicura: e avvengaché nella storia
    di maestro Amico sia una infinità di cose strane, per aver figurato
- pagina 494 -

Edizione Torrentiniana
20   che per gloria, li deviava da la via buona, la quale a la eternità
    conduce coloro che, valorosi, più per il nome che per le gare combattono.
    Per che fu questa cosa cagione che a' buoni principii che avevano
    non diedero quello ottimo fine che s'aspettava da loro, con ciò sia che
    il prosumersi d'essere maestri li fece deviare dal primo obietto.
25   Era Bartolomeo da Bagnacavallo venuto a Roma ne' tempi di Raf-
    faello, per aggiugnere con l'opere dove con l'animo gli pareva arrivare
    di perfezzione; e come giovane ch'aveva fama in Bologna per l'aspetta-
    zione di lui, fu messo a fare un lavoro nella chiesa della Pace di Roma,
    nella cappella prima a man destra entrando in chiesa, sopra la cappella
30   di Baldassar Perucci sanese. Ma non gli parendo riuscire quel tanto
    che di sé aveva promesso, se ne tornò a Bologna. Avvenne in questo tem-
    po che si fece ragunata de' sopradetti in Bologna; et a concorrenza l'un
    dell'altro fecero in San Petronio, alla cappella della Nostra Donna,
    allato alla porta della facciata dinanzi a man destra entrando in chiesa,
35   ciascuno una storia di Cristo e della Nostra Donna, fra le quali poca
    differenza di perfezzione si vede l'un da l'altro. Per che Bartolomeo
    acquistò in tal cosa fama di avere la maniera più dolce e più sicura:
    avvengaché ancora nella storia di maestro Amico vi sia una infinità di
- pagina 494 -
pagina precedentepagina successiva

Selezione esplicita di una pagina

Volume:
Pagina:
Testi Consultabili | Indice dell'Opera | Nuova Ricerca | Legenda