Volume 4

Edizione Giuntina
    vestito da cardinale, et uno angelo Raffaello ch'accompagna To-
    bia. Lavorò un quadro al signor Leonello da Carpi signor di Meldola,
    il quale ancor vive di età più che novanta anni, il quale fu miracolo-
    sissimo di colorito e di bellezza singulare, attesoché egli è condotto
5   di forza e d'una vaghezza tanto leggiadra che io non penso che e' si
    possa far meglio, vedendosi nel viso della Nostra Donna una divi-
    nità e ne la attitudine una modestia che non è possibile migliorarla.
    Finse che ella a man giunte adori il Figliuolo che le siede in su le
    gambe, facendo carezze a San Giovanni piccolo fanciullo, il quale lo
10   adora insieme con Santa Elisabetta e Giuseppo. Questo quadro era
    già appresso il reverendissimo cardinale di Carpi, figliuolo di detto
    signor Leonello, delle nostre arti amator grandissimo, et oggi dee
    essere appresso gli eredi suoi. Dopo, essendo stato creato Lorenzo
    Pucci, cardinale di Santi Quattro, sommo penitenziere, ebbe grazia
15   con esso che egli facesse per San Giovanni in Monte di Bologna una
    tavola, la quale è oggi locata nella capella dove è il corpo della
    beata Elena da l'Olio, nella quale opera mostrò quanto la grazia nelle
    delicatissime mani di Raffaello potesse insieme con l'arte. Èvvi una
    Santa Cecilia che da un coro in cielo d'Angeli abbagliata, sta a udire
20   il suono, tutta data in preda alla armonia, e si vede nella sua testa
- pagina 185 -

Edizione Torrentiniana
    da cardinale, et uno angelo Rafaello ch'accompagna Tobia. Lavorò un
    quadro al signor Leonello da Carpi, il quale fu miracolosissimo di colo-
    rito e di bellezza singulare, attesoché egli è condotto di forza e d'una
    vaghezza tanto leggiadra che io non penso che e' si possa far meglio,
25   vedendosi nel viso della Nostra Donna una divinità e ne la attitudine
    una modestia che non è possibile migliorarla. Finse che ella a man giunte
    adori il Figliuolo che le siede in su le gambe, facendo carezze a San
    Giovanni piccolo fanciullo, il quale lo adora insieme con Santa Elisa-
    betta e Giuseppo. Questo quadro è oggi appresso il reverendissimo cardi-
30   nale di Carpi, della pittura e scultura amator grandissimo. Et essendo
    stato creato Lorenzo Pucci, cardinale di Santi Quattro, sommo peni-
    tenziere, ebbe grazia con esso che egli facesse per San Giovanni in
    Monte di Bologna una tavola, la quale è oggi locata nella capella dove
    è il corpo della Beata Elena da l'Olio, nella quale opera mostrò quanto
35   la grazia nelle delicatissime mani di Rafaello potesse insieme con l'arte.
    Èvvi una Santa Cecilia che a un coro in cielo d'angeli abbagliati sta a
    udire il suono et è data in preda alla armonia, vedendosi nella sua testa
    quella astrazzione che si vede nelle teste di coloro che sono in estasi;
- pagina 185 -
pagina precedentepagina successiva

Selezione esplicita di una pagina

Volume:
Pagina:
Testi Consultabili | Indice dell'Opera | Nuova Ricerca | Legenda