Volume 3

Edizione Giuntina
   
VITA DI LEON BATISTA ALBERTI.
   
ARCHITETTO FIORENTINO.
    Grandissima commodità arrecano le lettere universalmente a tutti
    quelli artefici che di quelle si dilettano, ma particolarmente agli scul-
5   tori, pittori et architetti, aprendo la via all'invenzioni di tutte l'opere
    che si fanno, senzaché non può essere il giudizio perfetto in una per-
    sona - abbia pur naturale a suo modo - la quale sia privata dell'acci-
    dentale, cioè della compagnia delle buone lettere. Perché, chi non sa
    che nel situare gl'edifizii bisogna filosoficamente schifare la gravezza
10   de' venti pestiferi, la insalubrità dell'aria, i puzzi e ' vapori del-
    l'acque crude e non salutifere? Chi non conosce che bisogna con
    matura considerazione sapere o fuggire o apprendere per sé solo ciò
    che si cerca mettere in opera, senza avere a raccomandarsi alla mercé
    dell'altrui teorica, la quale separata dalla pratica il più delle volte
15   giova assai poco? Ma quando elle si abbattono per avventura a esser
    insieme, non è cosa che più si convenga alla vita nostra, sì perché
- pagina 283 -

Edizione Torrentiniana
   
LEON BATISTA ALBERTI.
   
ARCHITETTO FIORENTINO.
    Grandissima comoditade arrecano le lettere universalmente a tutti colo-
20   ro che di quelle piglian diletto, ma molto maggiore la apportano elle
    senza alcuna comparazione agli scultori, a' pittori et agli architetti,
    abbellendo et assottigliando come elle fanno le invenzioni che natural-
    mente nascono in quelli. Il che è veramente la più utile e la più necessaria
    cosa che advenir possa agli ingegni miracolosi di questi artefici, oltra che
25   il giudizio non può essere molto perfetto in una persona, la quale - abbia
    pur naturale a suo modo - sia privata de lo accidentale, cioè de la compa-
    gnia delle buone lettere. Perché, chi non sa che nel situare gli edifizii
    bisogna filosoficamente schifare la gravezza de' venti pestiferi, la insalu-
    brità della aria, i puzzi, i vapori delle acque crude e non salutifere? Chi
30   non conosce che e' bisogna con matura considerazione sapere o fug[g]ire o
    apprendere per se solo ciò che si cerca mettere in opra, senza avere a rac-
    comandarsi alla mercé della altrui teorica, la quale separata da la
    pratica il più delle volte giova assai poco? Ma quando elle si abbattono
    per avventura a essere insieme, non è cosa che più si convenga alla
35   vita nostra, sì perché l'arte col mez[z]o della scienzia diventa molto più
- pagina 283 -
pagina precedentepagina successiva

Selezione esplicita di una pagina

Volume:
Pagina:
Testi Consultabili | Indice dell'Opera | Nuova Ricerca | Legenda