Volume 2

Edizione Giuntina
   
VITA DEL BERNA SANESE
   
PITTORE.
    Se a coloro che si affaticano per venire eccellenti in qualche virtù
    non troncasse bene spesso la morte nei migliori anni il filo della vita,
5   non ha dubbio che molti ingegni perverrebbono a quel grado che da
    essi e dal mondo più si desidera. Ma il corto vivere degl'uomini e
    l'acerbità de' varii accidenti che da tutte le parti ne soprastanno, ce li
    toglie alcuna fiata trop[p]o per tempo, come aperto si potette cono-
    scere nel poveretto Berna sanese; il quale, ancora che giovane mo-
10   risse, lasciò nondimeno tant'opere che egli appare di lunghissima vita,
    e lasciolle tali e sì fatte che ben si può credere da questa mostra che
    egli sarebbe venuto eccellente e raro, se non fusse morto sì tosto.
    Veggonsi di suo in Siena, in due capelle in S. Agostino, alcune
    storiette di figure in fresco; e nella chiesa era in una faccia
15   oggi per farvi capelle stata rovinata - una storia d'un giovane menato
    alla giustizia, così bene fatta quanto sia possibile immaginarsi, ve-
    dendosi in quello espressa la pallidezza e il timore della morte in
    modo somiglianti al vero che meritò per ciò somma lode. Era a canto
    al giovane detto un frate che lo confortava molto bene atteggiato e
- pagina 253 -

Edizione Torrentiniana
20  
IL BERNA SANESE.
    Se a coloro che si affaticano per venire eccellenti in qualche virtù non
    troncasse bene spesso la morte ne' migliori anni il filo della vita, non è
    dubbio che molti ingegni perverreb[b]ono pure a quel grado che da essi più
    si desidera. Ma il corto vivere degli uomini e la acerbità de' varii acciden-
25   ti che d'ogni banda stanno lor sopra, o gli impedisce lo esercitarsi
    o ce li toglie troppo per tempo, come aperto poté conoscersi nel poveretto
    Berna sanese; il quale, ancora che e' morisse giovane, lasciò nondimeno
    tante opere che egli appare di vita lunghissima, e lasciolle tali e sì fatte
    che ben si può credere da questa mostra che e' sarebbe venuto eccellente e
30   raro, se e' non fusse morto sì tosto.
    Veggonsi di suo in Siena due cappelle in Santo Agostino, storiate di
    figure in fresco. Era nella chiesa in una faccia- oggi per farvi cappelle
    guasta - una storia: dentrovi è un giovane menato a la giustizia impali-
    dito dal timore della morte, imitato sì bene e simigliante così al vero che
35   ben meritò somma lode; era accanto a costui un frate che lo confortava
- pagina 253 -
pagina precedentepagina successiva

Selezione esplicita di una pagina

Volume:
Pagina:
Testi Consultabili | Indice dell'Opera | Nuova Ricerca | Legenda