Volume 1

Edizione Giuntina
    campo, si fa in questo modo: pigliasi una carta stampata con la
    prima, dove sono tutte le proffilature et i tratti, e cos fresca fresca si
    pone in su l'asse del pero, et agravandola sopra con altri fogli che
    non siano umidi, si strofina in maniera che quella che fresca lascia
5   su l'asse la tinta di tutt'i proffili delle figure. E allora il pittore piglia
    la biacca a gomma e d in sul pero i lumi, i quali dati, lo intagliatore
    gli incava tutti co' ferri secondo che sono segnati. E questa la stampa
    che primieramente si adopera, perch ella fa i lumi et il campo quando
    ella imbrat[t]ata di colore ad olio, e per mez[z]o della tinta lascia per
10   tutto il colore, salvo che dove ella incavata, ch ivi resta la carta
    bianca. La seconda poi quella delle ombre, che tutta piana e tutta
    tinta di acquerello, eccetto che dove le ombre non hanno ad essere,
    ch quivi incavato il legno. E la terza, che la prima a formarsi,
    quella dove il proffilato del tutto incavato per tutto, salvo che dove
15   e' non ha i proffili tcchi dal nero della penna. Queste si stampano al
    torculo e vi si rimettono sotto tre volte, cio una volta per ciascuna
    stampa, s che elle abbino il medesimo riscontro. E certamente che
    ci fu bel[l]issima invenzione.
- pagina 171 -

Edizione Torrentiniana
    modo: pigliasi una carta stampata con la prima, dove sono tutte le
20   proffilature et i tratti, e cos fresca fresca si pone in su l'asse del pero, et
    agravandola sopra con altri fogli che non siano umidi, si strofina in ma-
    niera che quella ch' fresca lascia su l'asse la tinta di tutti i proffili delle
    figure. E allora il pittore piglia la biacca a gomma e d in sul pero i
    lumi, i quali dati, lo intagliatore gli incava tutti co' ferri secondo che sono
25   segnati. E questa la stampa che primieramente si adopera, perch ella
    fa i lumi et il campo quando ella imbrattata di colore ad olio,
    e per mez[z]o della tinta lascia per tutto il colore, salvo che dove ella
    incavata, che' ivi resta la carta bianca. La seconda poi quella delle
    ombre, che tutta piana e tutta tinta di acquerello, eccetto che dove le
30   ombre non hanno ad essere, ch quivi incavato il legno. E la terza, che
    la prima a formarsi, quella dove il proffilato del tutto incavato per
    tutto, salvo che dove e' non ha i proffili tcchi dal nero della penna.
    Queste si stampano al torculo e vi si rimettono sotto tre volte, cio una
    volta per ciascuna stampa, s che elle abbino il medesimo riscontro. E
35   certamente che ci fu bellissima invenzione.
- pagina 171 -
pagina precedentepagina successiva

Selezione esplicita di una pagina

Volume:
Pagina:
Testi Consultabili | Indice dell'Opera | Nuova Ricerca | Legenda